Home Articoli TEOLOGI ALL’ATTACCO: TERREMOTO PUNIZIONI DIVINA CONTRO L’APPROVAZIONE DELLE UNIONI CIVILE

TEOLOGI ALL’ATTACCO: TERREMOTO PUNIZIONI DIVINA CONTRO L’APPROVAZIONE DELLE UNIONI CIVILE

14
0
CONDIVIDI

Da credente e non ossevante le esternazione dei due preti dell’emittente di Radio Maria sono fuori luogo e bislacche paragonando il disastro del terremoto con il peccato originale.

images VATICANO

Il primo sacerdote Padre Giovanni Cavalcoli dopo aver detto che il terremoto è un castigo divino è stato redarguito dalla stessa emittente.inoltre il sacerdote non solo non si è scusato ha perfino fattola morale al Vaticano dicendo: “Il Vaticano? Si ripassino il catechismo”, ricalca : “Sono dottore in teologia da 30 anni, ho lavorato in Vaticano con san Giovanni Paolo II – ha detto padre Cavalcoli incalzato da Cruciani – e ribadisco che peccati come l’omosessualità meritano il castigo divino”, che si può manifestare anche con i terremoti. Evocando anche “Sodoma e Gommora”, il padre domenicano ha ripetuto più volte che quelli che sono i “principi dell’etica cristiana” che dicono che “l’omosessualità è contro natura, sono peccatori”. Neanche la dissociazione di Radio Maria dalle sue parole e l’intervento del Vaticano hanno fatto cambiare idea al frate domenicano, che con il suo accento romagnolo ha risposto: “ripassino il catechismo”.
Il Dio in cui i cristiani credono ed onorano non è un Dio che punisce è un Dio che ama e che perdona e mi sembra al quanto assurdo che condanni interi paesi alla distruzione per una legge sulle unioni civili. Inoltre la scienza ha fatto passi da giganti.Pur non potendosi prevedere i terremoti sappiamo benissimo che la penisola italiana è attraversata da reggio calabria all’emilia romagna da una grossa faglia sismica che si è scatenata dal 24 agosto ed ancora continua a dare segni di irrequietezza. Ma tornando alle dichiarazione dei prelati. Il direttore di Radio Maria Padre Fanzaga ha affermato «Dal punto di vista teologico questi disastri sono una conseguenza del peccato originale, sono il castigo del peccato originale, anche se la parola non piace. […] Arrivo al dunque, castigo divino. Queste offese alla famiglia e alla dignità del matrimonio, le stesse unioni civili. Chiamiamolo castigo divino». Insomma i gay per questo signore sono i responsabili dei disastri altrui. Trovo tali dichiarazioni dette da i prelati scorrette e offensive specialmente per chi crede . Penso che queste persone devano stare molto attenti come pesare le parole. I due sacerdoti più che le unioni civili agli omosessuali , hanno offeso i morti che credo siamo un centinaio i feriti e tutti quelli che hanno perso tutto.
Inoltre il sacerdote bergamasco ha definito le famiglie arcobaleno “sporcizia” anche qui la considerazione , si può non essere d’accordo con le unioni civili sull’omosessualità ma le dichiarazioni devono sempre essere fatte nel rispetto dei soggetti.
Per fortuna cè stato intervento del Vaticano che certo per salvare la chiesa come casa comune ha condannato i due prelati affermando mons. Angelo Becciu sostituto alla segreteria di stato interpellato dall’Ansa: “Sono affermazioni offensive per i credenti e scandalose per chi non crede” Becciu sono dichiarazioni”:datate al periodo precristiano e non rispondono alla teologia della Chiesa perché contrarie alla visione di Dio offertaci da Cristo». «I terremotati ci perdonino, a loro solidarietà del Papa».
Luca Biagioni

fonte : Ansa 06/11/2016;
fonte: Espresso 03/11/2016

CONDIVIDI
Articolo precedenteBilly Santoro
Articolo successivoUN BACIO INGENUO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here