Articoli

Approda al Porno dopo aver fatto il seminarista Hernán Alberti

By Giu 15, 2020 No Comments

Un giovane ha iniziato i suoi studi elemtari e medie in una scuola elementare. Ha fatto anche il chirichetto ed con quella vocazione, e iniziò il cammino per diventare sacerdote grazie alla sua fede religiosa che si era rafforzata nel tempo. Ma di chi stiamo paralnda? Parliamo di Hernán Alberti che da fervido seminarista è diventa un divo del porno. Eccittato a svolgere ruoli nella pornografia gay la sua vita è stata stravolta. Affermava che :Un seminario è l’ambiente di maggiore conflitto per un gay. Non solo non dovevo dirlo a nessuno, ma il voto di castità mi ha salvaguardato. È stato un sacerdote che mi ha detto che la castità non si riferisce all’oggetto del desiderio, ma implica la sublimazione dell’impulso sessuale in altre cose. E questo mi ha permesso di sopportare, finché ho potuto, il mio voto di castità con integrità”. La dichirazione la fece cambiando nome, divenne Bruno. Dopo nove anni Bruno dal seminario fece solo una sola intervista. Strano comunque il passare dal restauro dell’iconografia religiosa a scene hard. Nell’intervista disse:”Lì disse che fin dall’inizio del seminario era molto consapevole di essere gay, che nella sua adolescenza si sentiva in colpa per essersi masturbato pensando ai ragazzi, che non sentiva mai che l’essere omosessuale lo squalificava dal rendere un servizio al prossimo e che, nonostante il fatto che apprezzava la formazione ricevuta in quegli anni e che lo “umanamente arricchito”. Ancora aggiunge che non poteva sopportare il voto di castita’ e aggiunge: “Ho preferito lasciare piuttosto che condurre una doppia vita.”Fino alla sua rivelazione Hernán era destinato ad essere “il sacerdote perfetto”. Hernán Albertida era sempre stato attatratto dalla liturgia,ed era attirato dall’ iconografia, dalla lettura, dalla pittura e dal disegno. Un suo compagno ha dichiarato:Gli è sempre piaciuto abbellire le celebrazioni, voleva che fossero come una festa. Ed era sempre molto esigente e molto creativo”. aggiunge il suo compagno di seminario : “Faceva bellissimi dipinti. Amava l’argomento e si specializzò in esso.La famiglia, gli amici e tutti coloro che in qualche modo conoscevano Hernán si sono ritrovati improvvisamente con Bruno, il suo alter ego nel mondo del porno, con la sua irriverenza, il suo umorismo, le sue suggestive affermazioni e una foto, dove posava nudo in un gioco di luci e ombre con un rosario di legno in mano. Una bella provocazione.Le critiche e i messaggi di sostegno si moltiplicarono in quei giorni tra conoscenti e sconosciuti nei blog e nei forum, che lo incoraggiarono o criticarono per la sua nuova vita, mentre i suoi primi fan commentarono in estasi il suo corpo molto bello e le sue capacità di recitazione.Nel maggio 2015, Hernán morì a 40 anni per un tumore al cervello e la sua giovane morte scosse tutti coloro che lo avevano conosciuto personalmente, nella sua fase religiosa, nella sua ascesa come attore o solo attraverso i film, dove era Bruno Bordas. ancora La sua giovane morte, ha fatto rivivere il ricordo della sua vocazione religiosa e del suo lavoro nella comunità. Ma ha anche dato alla sua opera teatrale un posto ai vertici dell’umile industria pornografica e Bruno è stato pianto e onorato dai fanatici che ancora oggi ne usufruiscono. Ha vissuto velocemente, ha vissuto intensamente e ha lasciato nella sua scia, in coloro che lo hanno accompagnato nelle sue due sfaccettature, il ricordo del talento, della perfezione e della passione che lo hanno sempre caratterizzato.”
luca biagioni

FONTE: https://www.infobae.com/sociedad/2019/05/05/de-seminarista-a-emblema-del-porno-gay-argentino-la-historia-de-bruno-bordas-a-cuatro-anos-de-su-inesperada-muerte/

Leave a Reply