Articoli

I CAFFE’ PIU’ FAMOSI DI ROMA ( pillole di storia)

By Nov 14, 2019 No Comments

Vi sono dei caffè famosi della Citta’ di Roma, che hanno dentro di loro una lunga storia. Qualunque personaggio famoso o non famoso è stato colpito dalle bellezze di questi caffè. A Roma in via dei condotti vi è il caffè Greco. Dopo il Florian di Venezia è il piu’ bello d’Italia. Hanno frequentato il caffe greco personaggi come Schopenhauer, Franz Liszt, Stendhal, Wagner e Orson Welles. Fra il 60 e il 70 del novecento fu era frequentato dalla movida romana. Il caffe è identificata come una galleria arte aperta al pubblico ,infatti, sono presenti un certo numero di opere circa 300. Quindi oltre il caffe si possono vedere tutte queste opere. Lo studio dello scultore Canova è stato trasformato in Caffè Museo Atelier Canova Tadolini. Il caffe prende il nome dal Tadolini che era il prediletto allievo del Canova. La struttura è un locale particolare dove si possono vedere delle sculture e nel contempo puoi prendere un caffe’ Questo locale si trova a Via del Babbuino verso il corso. Costituito in stile liberty , vicino a piazza Navona cè’ il caffe della Pace. E’ frequentato da intellettuali, uomini alla moda e scrittori ancora oggi. Costituito con arredamenti in legno e vite canadese il caffe è stato costruito nell’800 . Il caffe si affaccia sul Chiostro del Bramante. Altro caffe è il Caffè Sant’Eustachio, il cui simbolo è un cervo e la cui pavimentazione è di epoca. Esso è vicino al Senato della Repubblica e posizionato fra piazza Navona e dal Panthen. Il Caffe Santo Eustacchio nasce negli anni trenta ed era un antica torrefazione. Fondata nel 1893 è una Sala da tè Babington e non è non è un caffè. Si affaccia su piazza di Spagna. Le fondatrici sono le inglesi Isabel Cargill e Anna Maria Babington. Gli anglosassoni presenti a Roma la usavano per sala da tè e di lettura. Qui potevano bere la loro bevanda preferita. . Dell’ottocento è l’arredo. Dallo svizzero Jon Notegen fu fondato il Caffè Notegen un piccolo gioello. E’ stato creato per essere un piccolo ritrovo per amici di Notegen. Il caffe divenne il ritrovo di artisti italiani e stranieri nel 1930. Il caffe fu frequentato da artisti italiani e stranieri anche negli anni del dopo guerra e degli anni 80. Vale la pena rievocare la memoria di questa caffetteria passando a via del Babuino al n.159 pur non essendoci piu’.
luca biagioni

Leave a Reply