Cinema/letteratura/arte

Il Gattopardo

By Mar 5, 2019 No Comments

dall’opera di Tommaso di Lampudusa
Paese di produzione Italia, Francia
Anno 1963
Durata 187 min
Genere storico
Regia Luchino Visconti

Interpreti e personaggi
Burt Lancaster: Principe Don Fabrizio di Salina
Claudia Cardinale: Angelica Sedara/Donna Bastiana
Alain Delon: Tancredi di Falconeri
Paolo Stoppa: Don Calogero Sedara
Rina Morelli: Principessa Maria Stella di Salina

«Noi fummo i gattopardi, i leoni: chi ci sostituirà saranno gli sciacalli, le iene; e tutti quanti, gattopardi, leoni, sciacalli e pecore, continueremo a crederci il sale della terra.»
(Principe Don Fabrizio di Salina)

Non stà finindo solo il Regno delle due Sicilie, e stà nascendo un nuovo Regno quello di Italia sotto la dinastia sabaude, quando Don Peppino Garibaldi nel maggio del 1860 sbarca a Marsala. Stà finendo un mondo quello della Aristocrazia che dovrà cedere il passo alla borghesia, e i nuovi potenti sono i nuovi approfittatori che si impadroniscono anche della politica. Fa parte di una nobile stirpe, uno dei principali personaggi il principe Fabrizio di Salina interpretato da Balck Lancaster, e rimane ancorato al passato non se la sente di tradire il suo re che è Francesco II di Borbone per il nuovo re sabaude Vittorio Emanuele II. Inoltre suo nipote Tancredi altro personaggio interpretato magistralmente da Alan Delon combatte con Don Peppino Garibaldi ma cerca anche di salvare i privilegi della Sua famiglia. Inoltre per rassicurare lo zio Fabrizio cita la famosa frase: “Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi”. L’interpreatazione della frase da idea di come i siciliani che sono stati terra di conquista hanno imparato a convivere a cambiamenti che di fatti non ci sono mai stati “…E dopo sarà diverso, ma peggiore.” Il Principe decide di trasferirsi nella residenza estiva di Donna fugata e qui trova un uomo rozzo di umili origini Don Calogero Sedara. Sentimetalmente Tancredi sembra essere attratto da Concetta la Figlia del Principe ma il giovane alla fine si innamora della figlia di Don Calogero Sedara la bella Angelica che è interpretata da Claudia Cardinale. Angelica sposera’ alla fine Tancredi anche perchè il rozzo Don Calogera si rende conto della cospiqua fortuna della famiglia. Per spiegare meglio il motivo per cui il principe è totalmente distaccato del Principe Fabrizio al nuovo che avanzava è dal fatto che il cavaliere Chevalley di Monterzuolo che gli venne offerto la carica di Senatore del Regno rispondendo con sua frase “In Sicilia non importa far male o bene: il peccato che noi siciliani non perdoniamo mai è semplicemente quello di ‘fare.
luca biagioni

 

Leave a Reply