Articoli

La madre che ucciso il figlio è stata condannata a 25 anni di carcere

By Gen 11, 2020 No Comments

Un ragazzo di 17 anni è stato ucciso e poi bruciato dalla madre perchè omosessuale. Il ragazzo si chiama Itaberli Lozano. La madre è stata condannata a 25 anni di reclusioni e dopo tre anni dall’assassinio il ragazzo, che, ha avuto giustizia. Tatiana Lozano Pereira  è il nome della madre che nel 2017 ha ucciso il figlio a coltellate, e che successivamente dopo averlo bruciato a San Paolo in un campo di grano, ha nascosto il cadavere. La storia ha sconvolto il paese . Il fatto è avvenuto in Brasile e visto la brutalita’ che è stata perpetrata al figlio dalla madre ha inorridito la gente. La madre ha giustificato il fatto alla polizia, affermando che il figlio la stava minacciando. Inoltre, sembra che la donna non avrebbe fatto tutto da sola. Victor Roberto da Silva e Miller da Silva Barissa sarebbero i complici della donna. Tutti e due sono stati condannati a 21 di reclusione. La polizia ha comunque chiesto alla madre perché non avrebbe denunciato la scomparsa del figlio. La donna ha spiegato come detto sopra il motivo del gesto. In realta’ il ragazzo era stato convinto dalla madre a tornare a casa per riallacciare i ponti con lei e il compagno della madre. Il ragazzo era con i nonni e gli zii. Ma il ragazzo è caduto nella trappola, ed arrivato a casa della madre viene maltrattato selvaggiamente. Il patrigno aiuterà la madre a bruciare il corpo esamine . Però la donna sarà tradita dal suo compagno, il quale accuserà la donna di omicidio del figlio gay durante il processo. Viene quindi dato valore alla tesi dei familiari da parte del patrigno del ragazzo.
luca biagioni

Leave a Reply