Home

La primavera dei diritti travolge Viterbo

By Mar 22, 2015 No Comments

primavera-dei-diritti-travolge-viterboLA PRIMAVERA DEI DIRITTI TRAVOLGE VITERBO- Lo so, giungo tardi a scrivere ma non potevo lasciar scorrere questo weekend molto importante per la comunità LGBTQ senza dire qualche parola sul grande evento che si è svolto a Viterbo, a Piazza dei Caduti (o più semplicemente “sacrario” come i viterbesi chiamano il luogo )che ha visto una manifestazione con la partecipazione delle più importanti associazioni presenti sul territorio viterbese e con l’intervento del coordinamento Roma Pride. Viterbo, città dei papi, che nell’ultimo quinquennio sembra soffrire un inarrestabile arretramento culturale ed economico (con la chiusura anche di negozi simbolo della città), ha aperto le sue porte all’ondata primaverile della comunità omosessuale e di tutti i suoi sostenitori. Dalle 16 fino a tarda serata, la piazza si è colorata con le sfumature dell’arcobaleno. 

Perché, anche a Viterbo ci sono i gay, le lesbiche, i trans e come diceva Rosa Pasqualini, presidente di Arci Cultura Lesbica Viterbo, potrebbero essere i nostri padri, i nostri fratelli, le nostre figlie e dobbiamo dar loro una mano. Andrea Maccarrone, il presidente del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli, ha ringraziato la città di Viterbo per aver ospitato questo primo pride “almadiano” e ha espresso l’opinione secondo cui non solo dalle grandi città deve farsi avanti il movimento per i diritti della comunità ma anche dai piccoli paesini e da città di provincia come Viterbo, ricche di storia ma profondamente passatiste. E, da abitante della provincia di di Viterbo, posso dire che in città di gay ce ne sono…e molti. Ma, come in ogni piccola realtà che “si rispetti” si nascondono, consumano i loro rapporti nell’ombra non esponendosi in prima persona nella battaglia che non è solo della comunità ma di tutte quelle persone che chiedono pari diritti. Certo, il pensiero del Coordinamento Roma Pride è utopico ma non irrealizzabile. Dunque, se conoscete qualcuno che non è ancora pronto ad esporsi, invitatelo a farsi avanti, a “metterci la faccia” (slogan del Roma Pride dello scorso anno), come le almeno duecento persone che ieri sono scese in piazza, in questa grande festa dei diritti all’insegna della libertà e della felicità e che ha rischiarato il grigiore di Viterbo.

Dario Ghezzi

Dario Ghezzi

Dario Ghezzi nasce il 28/06/1988. Da sempre appassionato di letteratura, cinema e tv, è autore di tre romanzi autopubblicati per ilmiolibro.it. Da svariati mesi scrive per il blog Lanostratv.it e per un suo personale sito www.darioghezzi.it attraverso cui si fa promotore di idee e pensieri, tra cui la lotta per i diritti lgbt.

Leave a Reply