Omofobia

L’omofobia dilaga. Quali speranze per la comunità Lgbt?

By Gen 13, 2014 Febbraio 23rd, 2015 No Comments

no-omofobia-foto

L’OMOFOBIA DILAGA. QUALI SPERANZE PER LA COMUNITÀ ‘LGBT’ – Non si ferma la scia di sangue. Quante lacrime dovremo ancora versare? Stiamo parlando dell’omofobia, la piaga sociale che si abbatte sul mondo Lgbt con sempre maggiore violenza e crudeltà. Secondo i dati di Gayhelp line, a Roma nel 2013 c’è stata un’aggressione omofobia ogni sette giorni. Un dato spaventoso e agghiacciante. E, nel 2014 la tendenza sembra confermarsi e la situazione pare, se possibile, peggiorata. Lo scorso Venerdì, infatti, c’è stato un altro attacco a una coppia di fidanzati omosessuali. A segnalare la notizia è stato Il Circolo Mario Mieli. La coppia di fidanzati che si stavano scambiando delle tenere effusioni su Ponte Garibaldi è stata picchiata e i due ragazzi hanno riportato ecchimosi e fratture con prognosi di 25 e 10 giorni. Questi dati spaventano e fanno rabbia. Per quanto tempo ancora in Italia (e non) si dovranno sentire e leggere queste notizie? Ci eravamo augurati un 2014 di uguaglianza e amore ma pare che l’odio sia destinato a proseguire. Basti pensare che anche una trasmissione tv ha deciso di occuparsi dell’omofobia e l’analisi effettuata è a dir poco scoraggiante. La trasmissione tv in questione è Lucignolo 2.0, andata in onda Domenica 12 Gennaio. Il programma ha mandato in onda un servizio su una coppia gay che camminava mano nella mano per strada per vedere quale reazione questo gesto potesse suscitare. E, purtroppo, non si sono spese parole positive.

o-god-gay

“Spariamogli” si può sentire tra le urla guardando il video incriminato. Parole forti, su cui non si può transigere alla luce dei turpi fatti che stanno sconvolgendo la comunità Lgbt. Suicidi, omicidi, aggressioni, per gli omosessuali sembra non esserci, davvero, pace. Tuttavia, in questo mare di brutte notizie, un piccolo spiraglio di luce si è visto. In Sicilia è stato approvato l’articolo 26. Ecco cosa si legge in una nota ufficiale: “L’articolo 26  è legge. Una svolta storica, una iniziativa di grande civiltà e umanità. Siamo i primi in Italia. Cominciamo a far parlare bene della Sicilia”. Così, visibilmente su di giri, il governatore della Sicilia Rosario Crocetta ha annunciato l’ok all’articolo 26: quello che consentirà d’ora in poi alle coppie di fatto – comprese quelle omosessuali – di usufruire dei mutui agevolati per l’acquisto di una casa.” Qualcosa si muove ma quello che si sta facendo è sempre troppo poco e purtroppo fatti come quelli dell’aggressione di Roma sono ancora molto diffusi e spaventano. E’ il momento di urlare “BASTA” in nome dell’uguaglianza

Dario Ghezzi

Dario Ghezzi

Dario Ghezzi nasce il 28/06/1988. Da sempre appassionato di letteratura, cinema e tv, è autore di tre romanzi autopubblicati per ilmiolibro.it. Da svariati mesi scrive per il blog Lanostratv.it e per un suo personale sito www.darioghezzi.it attraverso cui si fa promotore di idee e pensieri, tra cui la lotta per i diritti lgbt.

Leave a Reply