Articoli

MUSEO DEI GIOCATTOLI (pillole di storia)

By Nov 2, 2019 No Comments

Il Museo dei giocattoli è gestito dalla Associazione culturale – ente giuridico La Memoria Giocosa, e raccogli giocattoli europei , americani ed asiatici, che avevano i bambini agiati prima del conflitto mondiale. Sono circa 2700 pezzi, che in modo industriale sono stati creati fra il 1920 e il 1960. L’idea venne ad un uomo che dovette lascare Vienna per andare a New York a casusa dell’avvento del nazismo. Questo signore si chiamava Fritz Billig Hoenigsberg. Egli porta via i giocattoli che lui amava e che molti bambini europei era affezzionati. Egli continuò a collezionarne. Nel Museo vi sono giocattoli di un antiquario di Miami. Egli si chiamava Walter Rappaport.Nel Museo vi sono di Marzia Perez, una collezionedi bambole. Di Lisa e Franco Palmieri sono propretiari della collezione che fu di Fritz Billig Hoenigsberg . E’ presente con tematiche che rigurdano il giocattolo una biblioteca , ed un teatro compposto . Inoltre è presente un struttura ferroviaria del otto-novecente è presente nel museo. In un casa borghese del novecento è sito il museo.La sala per lettura, per le conversazioni, per tempo libero e per giochi era il salotto. Attraverso il gioco la fantasia racconta realta’. Una caratteristica e una funzione del museo è la Memoria Giocosa, che non ha caratteristica collezionista ma didattico.Tale didattica è entrate poi nei libri di scuola.Questo perchè il passato viene raccontato attraverso i giocattoli.
luca bigioni

Leave a Reply