Articoli

Omofobia a Catania

By Giu 15, 2020 No Comments

Un 28enne siciliano ha perseguitano una coppi gay con rumori molesti, minacce, insulti e alla fine manganellate. Per la violenza della coppia di trentanni Il Gip di Catania ha arrestato il 28 enne.Come riportato dall’ANSA l’accusa afferma: indurre i vicini al trasferimento dalla loro casa di proprietà non ritenendoli ‘meritevoli’ di abitare nello stesso palazzo dove risiedeva” . L’aggresso ha fatto dichiarazioni violente affermando:Dovete scomparire! Non siete persone adatte a vivere nel condominio… ve ne dovete andare!!!”, avrebbe più volte urlato loro il 28enne, accusato di aver inoltre danneggiato l’auto di uno dei due con la candeggina, di aver avvelenato le piante sul loro balcone, di aver staccato la corrente elettrica dal contatore posto al piano terra, e di aver provocato rumori molesti con l’unico obiettivo di infastidirli. Il 20 febbraio scorso, come riferito dai carabinieri, il 28enne ha prima aspettato i due davanti casa, per poi insultarli e picchiarli con un manganello, provocando una ‘infrazione della quinta e della settima costola sinistra, trauma cranico non commotivo ed escoriazioni multiple”. Per coppia gay è iniziato un incubo. Uno dei dueragazzi è tornato a vivere con la madre. E ‘stato dichiarato: Gianmarco Capogna di Possibile LGBT+. Atti da condannare che lasciano indignati e che fanno capire come l’omo-lesbo-bi-trans-fobia sia un’arma che colpisce nel fisico ma anche nello spirito, inoltre avrebbe detto Gianmarco Capogna di Possibile : “Tutta la mia solidarietà e vicinanza alla giovane coppia siciliana. Ma oltre alla solidarietà mando anche l’impegno a proseguire la battaglia per l’uguaglianza e la liberazione delle persone LGBTQI+. A luglio avremo l’occasione storica di approvare una legge contro LGBTIfobia e senza avere ancora il testo definitivo registriamo già gli attacchi della destra radicale e dei fondamentalisti. Se pensano che con il COVID19 e la decisione di non celebrare il Pride Month con le tradizionali marce siamo più deboli si sbagliano di grosso. Il nostro sostegno per questo traguardo storico non mancherà, chiediamo solo che il testo sia coraggioso, moderno ed europeo e che raccolga il meglio di quanto depositato in Parlamento e le indicazioni del movimento. Nessun* dovrà più sentirsi sol*. Nessun* dovrà più avere paura. Insieme siamo più forti“.
lb
Fonte gay.it

Leave a Reply