Articoli

OMOFOBIA IN AUSTRALIA

By Ott 4, 2019 No Comments

Un ragazzo gay 21enne di nome  Joshua nello stato del Queensland, in Australia, da un branco di 10 persone è stato aggredito assieme al fratello. egli ha dichiarato con queste parole:“Erano assettai da sangue, erano animali“. E’ sembrata piu’ una caccia all’uomo piu’ che un atto omofobico. Il 17 settembre i due ragazzi sono stati agggrediti prima verbalmente sull’autobus. Sembrava che dopo ciò la situazione fosse finita. Con i soliti epiteti “f*ttuto fr*cio”, succcessivamente il ragazzo è stato di nuovo aggredito. Ma questa volta oltre agli epiteti sono arrivate le botte. Quello che ne usciva fuori dal fatto che il branco sembrava assetato di sangue tanto che i colportamemnti erano diventati piu’ che bestiali.Il comportamento da parte del gruppo bestiale non aveva limiti. In Ospedale la prognosi del ragazzo, uscito dall’aggressione, era di due costole rotte e due occhi neri. La cosa che sconcerta è che l’atto di violenza è stato fatto anche verso il fratello 16 enne. Il fratello ha riportato un labbro spaccato. Essi solo grazie intervento degli uomioni della sicurazza, che hanno dato fine agli atti di violenza pochi minuti si la sono vista brutta.. I ragazzi come dicevevamo sono stati soccorsi dall’ambulanza che era stata chiamata dagli uomini della sicurezza.Essi stessi hanno anche bloccato il branco.Il ragazzo racconta:Stavano calpestando la mia testa, stavano calpestando la testa di mio fratello. Ci stavano prendendo a pugni, ci stavano prendendo a calci, eravamo entrambi a terra. Non siamo riusciti a difenderci. Da questa esperieza Joshua si è sentito in colpa di essere gay. Egli è stato traumatizzato. La cosa che lo rende ancora piu’ in colpa è il fatto che il fatto che essendo gay a messo a rischio la vita del fratello minore.Egli si è reso conto che il branco non gli ha dato il tempo neanche di difendersi, rialzandosi. Joshua affinchè non avvenga altri fatti simili ha perfino paura a tornare nel Queensland.
luca biagioni

Leave a Reply