Articoli

Omofobia in Giappone

By Giu 26, 2020 No Comments

Vivevano insieme già da vent’anni fin dal dicembre 2014. I due erano Yasuhide Uchiyama aveva 39 anni, e Hideaki Mizuno, 52 anni. Purtroppo una tragedia incombe sulla storia.Un collega di Yasuhide Uchiyama accoltellò Mizuno. A quattordici hanno di carcere è condannato l’assassino. Ha chiesto un risarcimento in quanto familiare sopravvissuto dell’uomo ucciso il fidanzato Uchiyama.In realtà i giudici di Nagoya, capoluogo della prefettura di Aichi e quarta città più grande del Giappone ha detto “no”. Infatti secondo i giudici i hanno determinato che i due non sono una famiglia e quindi Uchiyama non ha diritto a nulla . Il giovane Trentanovenne ha affernato che la sua situazione è di una persona che ha vissuto con un altro in una relazionedi fatto. Non essendoci un legame giuridico il legame di fatto non è accettato.Uchiyama ha dichiarato : “È estremamente deludente che la mia richiesta sia stata respinta sulla base del fatto che le coppie dello stesso sesso non sono sufficientemente accettate dalla società“. Anche se sui diritti della persone prevale lo scandalo e l’ingiustizia, la decisione dei giudici, dobbiano considerare che il riconoscimento del matrimonio tra le persone dello stesso sesso è richiesto da tre quarti dei cittadini giapponesi. Di coseguenza del paesi del G7 il Giappone è l’unico paese che non accetta in nessun modo le coppie gay. Inoltre la situazione dell’epidemia ha fatto si,che un gay giapponese non era in condizione di sapere quale fosse la salute del patner.
luca biagioni

Fonte il grandecolibri

Leave a Reply