ANNO 1973
DURATA: 123 MINUTI
PRODUZIONE: ITALIA
GENERE: COMMEDIA
REGIA DI ALBERTO SORDI
SCENEGGIATURA: SORDI; MACCARI; ZAPPONI
PRODUTTORE: EDMONDO AMATI- PER CAPITOLINA – PRODUZIONE – CINEMATOGRAFICA
(ma ndo vai se la banana non ce l’hai bella hawaiana attachetea stà banana )

Una compagnia teatrale in cui Sordi è il capocomico con il nome Mimmo Adami e Moniva Vitti nei panni di e Dea soubrette. Dopo un periodi di magrama nella Roma occupata decidono di firmare un accordo per una tourne’in Abruzzo martoriato dai bombardamenti. I comici si adattano facendo spettacoli di provincia, Si adattano a mangiare il castagnaccio a dormire sui treni. Successivamente I comici vengono inviati ad una cena dopo essersi esibiti da Don Ciccio. Questo ultimo mette gli occhi sulle ballerine e mentre questi dorme i comici gli svuotano la dispensa. Successivamente da un bombardamento riescono a scappare. La compagnai comica si imbatte nel corteo reale, che stà scappando a Brindisi, mentre i primi stanno raggiungendo la nuova meta ove fare lo spettacolo. Grazie a Dea che si concede al federale presi dai fascisti che rischiavano di essere fucilati riusciranno a farla franca. Presi si imbarcano verso Venezia e sanno di dover andare a lavorare per la Repubblica Sociale Italiana ma l’imbarcazione viene attaccata dagli alleati e fatta in modo che venga dirottata verso la Puglia. Qui in una regione liberata entrate nelle grazie delle forze alleate. possono fare attivita’ di spettacolo più consono all’ attivita’ del periodo bellico raggiungendo per a rappresentarsi fino il teatro Petruzzelli di Bari. La compagnia dopo la liberazione di Roma giungendoci dovranno confrontarsi con compagnia che hanno più mezzi che hanno la possibilita’ spettacolo più consoni ai gusti civili la compagnia di Mimmo e Dea vengono messe da parte. I responsabili della compagnia continuano senza nessun effetto di chiedere scritture del loro taglio ma senza successo. Purtroppo attori di maggior valore calcano le scene dei teatri tanto da emerginare , Mimmo, Dea. Lasciati al loro destino i due vendute tutti i costumi e scene ed un anello che Dea aveva, la loro fine è di vivere di rimpienti.

Luca Biagioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *