ArticoliOmofobia

REATO DI OMOSESSUALITA’ NEGLI EMIRATI ARABI UNITI

By Feb 19, 2019 Febbraio 23rd, 2019 No Comments
Tutte le relazioni che sono fuori dal matrimonio tradizionale eterosessuale sono considerati reati malattia e vengoo punite con punizioni carcere multe in paesi come Dubai, Abu Dhabi, Ras al-Khaimah, Umm Al uwain, Ajman, Fujairah e Sharjah, che insieme formano gli Emirati Arabi Uniti.  Di conseguenza  la vita in questi paesi è molto pericolosa visto le continue perseguzioni. Infatti, “Chiunque commetta uno stupro su una donna o una sodomia con un maschio sarà punito con la morte”  come citato dall’ art 354 del cp federale dei paesi sopra citati. In realtà il reato è principalmente verso lo stupro e la sodomia nella diversa interpretazione della traduzione della legge araba dal un punto inglese. Inoltre al meno che le leggi federali degli Emirati Uniti   sia contraria  alla Sharia  applicazione della legge  non segue la Sharia. La conseguenza che una persona potrebbe incorrere in una legge federale ma non in quella locale. Ad esempio in relazione al cp,  nei paesi del golfo non sono state modificate  la pena capitale per  il reato omosessualita’.    I Paesi del Consiglio di cooperazione del Golfo nel 2013  avevano deciso di condannare e cacciare dal paese  attraverso test  turisti o  i lavoratori stranieri  omosessuali. Inoltre, nei paesi del golfo sono state ridotte le responsabilità penali per i medici, che applicano chirurgicamente il cambio di sesso. Ma tutto ciò quando la persona in questione è un intersessuato.  Tale normativa che riduce la responsabilità è la numero 4 – 2016 del decreto federale. E’ comunque da considerare che secondo un rapporto dei diritti umani   nel 2011 ha constatato che omosessualita’ è un reato e viene condannato con la pena  di morte anche il travestirsi è reato.  Altro aspetto è intervento della polizia sui web e blog. Infatti, colloqui e  chat sono stati  censurati e sono stati identificati.  Inoltre  vi è un solo server proxy, che   serve  il gruppo dei  paese.
luca biagioni

Leave a Reply