Articoli

Ritirato Emendamento suoi condon ai migranti

By Nov 26, 2018 No Comments

Il capo gruppo alla camera del movimento cinque stelle ha spiegato il motivo dello stop di dare i preservativi ai migranti sia quanto concerne la proposta dei cinque stelle sia quella del pd con le seguente dichiarazione: “L’idea di fornire preservativi gratis anche ai migranti beneficiari di protezione internazionale o richiedenti asilo merita attenzione, ma per il momento è destinata a non avere riscontro”. La proposta era di dare ai ragazzi e ragazze inferiori di 26 anni migranti il preservativo gratis e i pillole per la gravidanza gratis. La decisione è stata presa visto che i migranti godono della protezione internazionale.

Al fine di ripensare alla decisione le organizzazioni hanno lanciato un appello. Le associazioni che hanno chiesto questo sono AGEDO; FAMIGLIE ARCOBALENO; AICS; GAYNET; RETE GENITORI RAINBOW:
“Proprio in vista della prossima ricorrenza del 1 dicembre, giornata mondiale della lotta all’AIDS – scrivono le realtà promotrici – si tratterebbe di un passo importante anche se non risolutivo verso la distribuzione gratuita del preservativo maschile e femminile non solo nelle strutture sanitarie per tutti e tutte, ma anche e sopratutto all’interno delle scuole, unito all’introduzione strutturale dell’educazione sessuale e affettiva come raccomandato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Invece nulla, nonostante gli ultimi dati che danno l’HIV in crescita tra gli e le adolescenti e l’evidenza lampante che la prevenzione è anche un risparmio in termini di spesa sanitaria. L’Istituto Superiore di Sanità segnala un’incidenza maggiore dell’infezione nei giovani con un’età compresa tra i 25-29 anni, non escludendo che il virus possa essere stato contratto quando erano ancora minorenni.Ciò lascia ancora più indignati – aggiungono –  è la motivazione: niente preservativi gratuiti a rifugiati e richiedenti asilo. L’ennesimo atto di razzismo che unito a ipocrisia e pregiudizio non fa altro che mettere a rischio la sicurezza e la salute pubblica principalmente di italiani e italiane, perché la sessualità e gli amori – come purtroppo anche l’HIV e le IST – non guardano certo la carta di identità!”

Luca Biagioni

Leave a Reply